Main menu
Impronta EticaNewsEMILIA ROMAGNA: presentato il Progetto di Legge Regionale su Contabilità Ambientale e Acquisti Verdi

EMILIA ROMAGNA: presentato il Progetto di Legge Regionale su Contabilità Ambientale e Acquisti Verdi

Laura Salsi – prima firmataria -, Mario Mazzotti e Gian Carlo Muzzarelli del gruppo DS, e Roberto Piva, del gruppo della Margherita, hanno presentato un Progetto di Legge Regionale dal titolo “Promozione di strumenti di contabilità ambientale e di una politica di acquisti verdi per perseguire lo sviluppo sostenibile e la riforma della governance locale”.
Con il termine di contabilità ambientale si intende un sistema che consente di rilevare, organizzare, gestire e comunicare informazioni e dati ambientali, espressi in unità fisiche e monetarie; la contabilità ambientale dovrebbe essere utilizzata come strumento di supporto del processo decisionale in materia di sostenibilità dello sviluppo.

Il PdL, che si compone di 10 articoli, intende promuovere l’adozione sperimentale, da parte di Comuni e Province, di propri bilanci ambientali, da approvare annualmente accanto ai tradizionali bilanci economico-finanziari, così da “rendere puntuale e trasparente l’informazione e la rendicontazione ai cittadini” (art. 1 comma 1). Le amministrazioni pubbliche dovrebbero introdurre nelle procedure di acquisto criteri di sostenibilità ambientale, “rivolti ad orientare i consumi pubblici alla riduzione dell’impatto sulle risorse naturali… e a diffondere modelli di comportamento responsabile nei confronti dell’ambiente” (art. 1 comma 2).

L’articolo 2 definisce il bilancio ambientale come un “documento diffuso al pubblico… per mezzo del quale l’organizzazione descrive le sue principali problematiche ambientali, il suo approccio strategico, la sua organizzazione per la gestione ambientale, le azioni messe in atto per la protezione ambientale e documenta, con dati, statistiche e indicatori, il proprio impatto e gli aspetti finanziari connessi con l’ambiente”.

L’articolo 5 prevede che la Regione Emilia-Romagna adotti in via sperimentale un proprio bilancio ambientale per il triennio 2008-2010.

L’articolo 7 introduce i “Piani d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi pubblici”, da adottare tenendo conto degli indirizzi dell’Unione Europea e delle migliori pratiche diffuse a livello nazionale e internazionale; in particolare, si propone di procedere alla riconversione degli acquisti per una serie di categorie merceologiche (arredi, edilizia, contratti di servizio per la gestione degli edifici, manutenzione strade, gestione del verde pubblico, servizi energetici, attrezzature elettriche ed elettroniche per uffici, abbigliamento, cancelleria, ristorazione, materiali per l’igiene, trasporti).

Per scaricare il testo completo del PdL basta cliccare sul link di seguito: