Main menu
Impronta EticaNewsNuove frontiere di sostenibilità: l’agricoltura che riduce i gas serra

Nuove frontiere di sostenibilità: l’agricoltura che riduce i gas serra

Il primo appuntamento del progetto Climate ChangER.

Il 29 novembre presso la Libreria Ambasciatori – Eataly di Bologna in via Orefici, 19 si svolgerà il primo appuntamento realizzato nell’ambito del Progetto Life+ “Reduction of greenhouse gases from agricultural systems of Emilia-Romagna”  denominato  Climate changE-R, finanziato dal Programma LIFE dell’Unione Europea.

Il progetto Climate ChangER si propone di mettere a punto tecniche di coltivazione e di allevamento che, a parità di rese produttive e qualità dei prodotti, riducano la produzione di CO2 e degli altri principali gas in grado di alterare il clima terrestre.

Il progetto vede la compartecipazione, oltre alla Regione Emilia-Romagna di alcuni dei principali marchi dell’agroalimentare italiano e della grande distribuzione: Barilla, Coop, Granarolo, Granterre, Centro servizi ortofrutticoli, Apoconerpo e Unipeg.

Parteciperanno:

Tiberio Rabboni (Assessore Agricoltura Regione Emilia-Romagna)
Gianfranco Bologna (Direttore scientifico e responsabile dell’area sostenibilità del WWF Italia)
Claudio Mazzini (Responsabile sostenibilità di Coop italia)
Patrizio Roversi (Giornalista e Conduttore televisivo)