Main menu
Impronta EticaNewsObiettivo Comune. Le partnership pubblico-privato fra innovazione, responsabilità e fiducia

Obiettivo Comune. Le partnership pubblico-privato fra innovazione, responsabilità e fiducia

Il 9 aprile, presso il Dipartimento di Sociologia e Diritto dell’Economia dell’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, è stato presentato il libro “Obiettivo Comune. Le partnership pubblico-privato fra innovazione, responsabilità e fiducia” disponibile in freebook a questo link.

La pubblicazione è a cura di Marisa Parmigiani, Segretario Generale di Impronta Etica, e Alessandra Vaccari, Amministratore Delegato di Indica, con il prezioso contributo di Luca De Biase, Marco Frey, Natalia Gusmerotti, Roberta Paltrinieri, Ilaria Orfino e Mariella Stella.

Strumenti in grado di stimolare l’innovazione anche grazie all’utilizzo delle reti e delle nuove tecnologie e al diverso ruolo che cittadini e imprese hanno assunto nel generare valore sul territorio. Questa la chiave di lettura delle partnership pubblico privato che propone Obiettivo Comune.

Il libro non fornisce solo un inquadramento giuridico e teorico dei processi di sussidiarietà e delle diverse tipologie di partnership, ma racconta anche alcuni casi di successo e best practices guidati da logiche non negoziali ma collaborative e condivise. I casi presentati testimoniano come obiettivi comuni, fiducia, collaborazione, metodo e accountability, siano gli strumenti per generare valore per territori, per imprese, per comunità.

Il testo evidenzia come, a  fronte dell’aumentato ricorso a progetti di partnership pubblico privato, anche come risposta alla crisi e alla scarsità di risorse, non esiste ad oggi una adeguata dotazione strumentale che faciliti e sostenga tali forme di collaborazione.

Nelle partnership il rapporto pubblico-privato passa da una dimensione verticale, dove il pubblico definisce le politiche e il privato le attua, a una orizzontale, caratterizzata dal “fare insieme” e dall’individuazione di soluzioni a problematiche di natura pubblica.

Particolare attenzione viene dedicata, poi, alle partnership che coinvolgono le imprese, elementi essenziali per lo sviluppo del sistema-paese, e a quelle che vedono un nuovo protagonismo dei cittadini che contribuiscono alla produzione e gestione dei beni comuni, compiti non più demandabili esclusivamente alle istituzioni pubbliche.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito di Edizioni Ambiente.