Main menu
Impronta EticaNewsAltis promuove la nascita di un network nazionale per misurare l’impatto sociale

Altis promuove la nascita di un network nazionale per misurare l’impatto sociale

Altis, Alta scuola impresa e società dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, promuove la nascita di un network nazionale per misurare l’impatto sociale attraverso lo Sroi (Social return on investment), la metodologia che permette di valutare, in base a una mappa, l’impatto sugli stakeholder generato da un’attività.

Misurare l’impatto delle attività benefiche può sembrare un’impresa impossibile, eppure è un principio di base per poterle rendere sempre più efficaci. Lo Sroi nasce da questa sfida, arrivando a definire una Sroi Ratio, un indice sintetico del rapporto tra impatto ottenuto e valore investito.

La richiesta di misurare con metodologie confrontabili e verificabili l’outcome, ovvero i cambiamenti generati da un’organizzazione tramite la propria iniziativa, inizia a farsi strada anche nel nostro Paese dove i tempi sembrano maturi per creare appunto un network sul modello di quelli già attivi in altri Paesi.

Il network dovrebbe mettere intorno a un tavolo tutte le realtà (imprese, onlus, ma anche fondazioni di erogazione e banche) interessate ad approfondire i temi di misurazione dell’impatto sociale con la metodologia Sroi e al suo sviluppo secondo le specificità locali.

Più nel dettaglio, il gruppo potrebbe condividere buone pratiche, criticità e possibili soluzioni da applicare; creare uno spazio per organizzare le fonti di informazione utili; programmare momenti di formazione e di discussione sulla metodologia; creare terreno fertile, nel nostro Paese, per il decollo dell’impact investing.