Main menu
Impronta EticaNews“Insieme per il lavoro”: il protocollo per il reinserimento lavorativo di persone in difficoltà

“Insieme per il lavoro”: il protocollo per il reinserimento lavorativo di persone in difficoltà

Avviato il coinvolgimento delle imprese che entreranno nel progetto.

Insieme per il lavoro è un protocollo che ha l’obiettivo di massimizzare il reinserimento lavorativo di persone in difficoltà attuando nuove pratiche di cooperazione orizzontale.

Il Protocollo è stato sottoscritto il 22 maggio 2017 da Comune di Bologna, Città metropolitana, Arcidiocesi e Fondazione San Petronio Onlus, a cui hanno aderito le associazioni di impresa e le organizzazioni sindacali (Alleanza delle Cooperative Italiane, CNA, Confartigianato, Confcommercio ASCOM, Confesercenti, Confindustria, CGIL, CISL e UIL).

Insieme per il Lavoro vuole dare una risposta concreta a chi ha perso il lavoro ed ha difficoltà a cogliere nuove opportunità occupazionali e si rivolge in particolare a giovani disoccupati in condizioni economiche e sociali problematiche e ad adulti disoccupati e in difficoltà economica.

Il sindaco Virginio Merola e l’Arcivescovo Matteo Maria Zuppi nella serata del 5 ottobre hanno incontrato a FICO le maggiori imprese e cooperative del territorio per proporgli di aderire da protagoniste a questo progetto. Tra le oltre 80 realtà anche Camst, Coesia, Gruppo Granarolo, Gruppo Hera, Gruppo Unipol, IMA e Manutencoop.

Alle imprese che aderiranno al progetto si chiederà di: definire i fabbisogni di inserimento lavorativo, co-progettare i percorsi di formazione e orientamento, accompagnare i progetti di auto-impiego e di economia sociale, mettere a disposizione le progettualità più interessanti delle aziende (start-up, percorsi formativi…), implementare il rapporto con il mondo della scuola, partecipare alla co-progettazione dei bandi pubblici.

Per i primi 4 anni il progetto potrà contare su 14 milioni di euro (10 del Comune di Bologna per tirocini inserimento lavorativo, innovazione sociale, cultura tecnica, scuola-territorio) e 4 dell’Arcidiocesi di Bologna. Altre risorse confluiranno sugli obiettivi di Insieme per il lavoro attraverso, per esempio, i bandi promossi dal Comune di Bologna, “Incredibol” e “BolognaMade”.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dedicato al progetto.