Main menu
Impronta EticaNews Pubblicazioni e reportWEF: disponibile online rapporto “Two Degrees of Transformation”

WEF: disponibile online rapporto “Two Degrees of Transformation”

Le sfide della sostenibilità mettono in discussione la sopravvivenza di molte imprese e dell’intera società.

Il World Economic Forum (Wef), con il contributo di Ceo Climate Leaders – coalizione di amministratori delegati impegnati nelle sfide della sostenibilità creata dal WEF, ha redatto il documento “Two Degrees of Transformation” dedicato al mondo delle imprese e, più in generale, al sistema economico, le cui sopravvivenze sono messe in discussione dai cambiamenti climatici.

I cambiamenti climatici determineranno il modo di fare business per i prossimi decenni. Le imprese hanno un ruolo vitale da svolgere nel frenare i suoi effetti limitando le emissioni di carbonio, ma il successo non riguarda solo l’azione delle singole aziende: le imprese, i settori, gli stati e le regioni devono consolidare gli sforzi per creare un cambiamento su un livello abbastanza ampio da fermare la crisi.

Con l’obiettivo di elaborare innovativi metodi di business, il documento elenca esempi virtuosi di transizione sostenibile e presenta cinque tendenze specifiche attraverso le quali passa il cambiamento di ogni singola azienda e dell’intero sistema economico:

  • reinventare le imprese per un futuro a basse emissioni di carbonio;
  • Integrare aziende di diversi settori per sviluppare prodotti, processi e tecnologie a basse emissioni di carbonio;
  • Creare catene di valore sostenibile attraverso la collaborazione tra imprese, governi e organizzazioni della società civile;
  • Sfruttare i dati e la connettività, esplorando le applicazioni della tecnologia alla sostenibilità;
  • Finanziare il cambiamento cercando nuovi canali di investimento, non più legati alle energie fossili.

Questi pilastri vengono presentati come direzioni non sono solo “giuste” ma necessarie alle aziende per la loro sopravvivenza nel tempo.

Maggiori informazioni sono disponibili a questo link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *