Main menu

ASviS lancia l’iniziativa Saturdays for Future

Consumo e produzione responsabili per lo sviluppo sostenibile. Mettiamo mano al nostro futuro.

Mercoledì 11 settembre 2019, l’ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile ha ufficialmente lanciato l’iniziativa Saturdays for Future, allo scopo di mobilitare la società civile, le imprese, le consumatrici e i consumatori verso la produzione e il consumo responsabili, come indicato dall’Obiettivo 12 dell’Agenda 2030. In particolare, l’iniziativa intende avviare un cambiamento dei modelli produttivi e le abitudini di spesa a favore di uno sviluppo sostenibile. Si tratta, ovviamente, di un obiettivo ambizioso, che impegnerà ASviS e gli aderenti nei prossimi anni, strettamente connesso all’iniziativa degli studenti Fridays for Future.

L’ASviS invita tutte e tutti, a partire dalla rete dei suoi oltre 230 aderenti – tra cui Impronta Etica –  a lavorare insieme per realizzare i Saturdays for Future. Il primo appuntamento è il 28 settembre 2019, giorno successivo al prossimo sciopero globale degli studenti per la lotta al cambiamento climatico, sarà la prima tappa del percorso, da costruire tutti insieme.

Per la diffusione di comportamenti di consumo e produzione responsabili, l’ASviS invita tutti a organizzare eventi o iniziative specifiche dedicate alla promozione di modelli responsabili di produzione e consumo e a dare voce all’iniziativa partecipando alla campagna di sensibilizzazione social con l’hashtag #SaturdaysforFuture.

È possibile candidare eventi ed iniziative secondo le modalità specificate sul sito dedicato a questo link.

In ultimo, attraverso il sito dell’iniziativa, nella settimana del 20-28 settembre sarà disponibile gratuitamente il corso e-learning dell’ASviS sull’Agenda 2030.

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link.

La Commissione Von Der Leyen: per un’Unione più ambiziosa

La sostenibilità assume una posizione prioritaria con la nomina di un vicepresidente esecutivo che coordina le attività nell’ambito del “European Green Deal”.

Il 10 settembre 2019, la Presidente eletta Ursula von der Leyen ha presentato la sua squadra e la nuova struttura della prossima Commissione europea.

Al centro del lavoro della nuova Commissione vi è la necessità di affrontare i cambiamenti climatici, tecnologici e demografici che stanno trasformando le società e il modo di vivere. L’UE deve guidare la transizione verso un pianeta in salute e un nuovo mondo digitale. Per farlo, però, deve unire le persone e adeguare l’economia sociale di mercato unica alle nuove ambizioni dell’epoca attuale.

Nell’intraprendere questo viaggio la nuova Commissione intende sfruttare al massimo tutti i propri punti di forza,  talenti e potenziale, concentrandosi sulla parità e creazione di opportunità per tutti: donne e uomini, cittadini dell’est, dell’ovest, del sud e del nord, giovani e anziani. Vuole difendere i valori comuni e promuovere lo Stato di diritto. Nei prossimi cinque anni tutte le istituzioni europee dovranno collaborare strettamente per dissipare le paure e creare opportunità.

Tre Vicepresidenti esecutivi avranno una doppia funzione: saranno nel contempo Commissari e Vicepresidenti responsabili di uno dei tre temi centrali dell’agenda della Presidente eletta. Si tratta di:

  • Vicepresidente esecutivo Frans Timmermans (Paesi Bassi), che coordinerà le attività per il “European Green Deal”. Gestirà inoltre la politica di Azione per il clima, con il sostegno della direzione generale per l’Azione per il clima.
  • Vicepresidente esecutiva Margrethe Vestager (Danimarca), che coordinerà l’intera agenda per un’Europa pronta per l’era digitale e sarà Commissaria per la Concorrenza, con il sostegno della direzione generale della Concorrenza.
  • Vicepresidente esecutivo Valdis Dombrovskis (Lettonia), che coordinerà le attività per un’economia al servizio delle persone e sarà Commissario per i Servizi finanziari, con il sostegno della direzione generale della Stabilità finanziaria, dei servizi finanziari e dell’Unione dei mercati dei capitali.

Maggiori informazioni sono disponibili a questo link.

IGD ottiene l’“EPRA sBPR Gold Award” per il Bilancio di Sostenibilità 2018

Il premio internazionale dedicato alla qualità della reportistica di sostenibilità.

IGD – Immobiliare Grande Distribuzione SIIQ S.p.A. ha ricevuto due riconoscimenti internazionali da EPRA (European Public Real Estate Association) per il livello di adesione alle Best Practices Recommendations dell’associazione, che rappresentano il massimo standard europeo in termini di trasparenza, comparabilità e rilevanza dei principali indicatori di performance aziendali.

Per il quinto anno consecutivo, IGD ha conseguito l’ “EPRA sBPR Gold Award” (sustainability Best Practice Recommendations), per il Bilancio di Sostenibilità 2018, che è stato assegnato a seguito di un’attenta analisi dei bilanci di 158 società del settore a livello europeo. Tale Premio conferma gli elevati standard raggiunti da IGD nell’ambito della reportistica di sostenibilità.

Inoltre, ha ricevuto“EPRA BPR Gold Award” (Best Practice Recommendations) in merito al Bilancio Finanziario Consolidato 2018. Tale premio riconosce a IGD il continuo impegno per incrementare ulteriormente la trasparenza e comparabilità della propria comunicazione a beneficio di investitori, comunità finanziaria e, in generale, di tutti gli stakeholder del Gruppo.

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link.

Unipol: nasce il Think Tank “Welfare, Italia”

Iniziativa realizzata da Gruppo Unipol in partnership con The European House – Ambrosetti.

Il progetto “Welfare, Italia. Laboratorio per le nuove politiche sociali”, promosso nel 2010 dal Gruppo Unipol, evolve in un Think Tank. Dopo dieci anni di esperienza e grazie al contributo attivo di centinaia di stakeholder di settore, il progetto si rafforza attraverso la partnership con The European House – Ambrosetti.

Il Think Tank “Welfare, Italia”, presentato il 7 settembre 2019 nell’ambito della 45esima edizione del Forum Ambrosetti, fornirà un contributo concreto alla definizione di welfare quale motore dello sviluppo sociale ed economico del Paese, dell’inclusività e della sostenibilità. In particolare, si configurerà come una piattaforma permanente di discussione, di condivisione di idee e di valorizzazione di buone pratiche di carattere pubblico, privato, no profit.

Molteplici sono gli obiettivi del Gruppo Unipol e The European House – Ambrosetti:

  • creare un osservatorio permanente del sistema di welfare in Italia, che tenga conto dell’evoluzione dello scenario economico, sociale e tecnologico di riferimento;
  • identificare e studiare i casi benchmark internazionali dai quali l’Italia può trarre ispirazione nel disegno delle politiche di welfare pubbliche e private;
  • definire una visione del welfare che valorizzi il ruolo complementare del privato e del terzo settore nel sostenere un percorso di crescita del Paese più inclusivo e sostenibile;
  • identificare indirizzi e proposte di policy per l’ottimizzazione e la valorizzazione di tutte le componenti del sistema di welfare nazionale;
  • attivare una piattaforma autorevole e distintiva per la discussione di tutte le tematiche strategiche del welfare.

Il Think Tank porterà alla stesura di un Rapporto strategico che definirà sia la visione di medio-lungo termine per il sistema di welfare italiano sia il perimetro di prestazioni poste alla base della protezione e della coesione sociale. Inoltre, il documento fornirà approfondimenti specifici su temi di interesse per il welfare, oltre a indirizzi strategici e policy individuate per Istituzioni, Business Community e Terzo settore.

Il Rapporto strategico sarà presentato nel corso di un Forum annuale, la cui prima edizione si terrà il 4 dicembre 2019 a Roma, quando i risultati emersi saranno oggetto di dibattito e confronto tra leader politici, esponenti delle Istituzioni e della Business Community.

Maggiori informazioni sono disponibili a questo link.

CEOs Call To Action for a New Deal for Europe

Adesione alla CEOs Call aperta fino al 30 settembre.

Il 7 maggio 2019 a Bruxelles nell’ambito dell’“SDG Summit”, CSR Europe ha lanciato la “CEO Call for a New Deal for Europe”, una chiamata all’azione e alla collaborazione che ha come destinatari le imprese, la politica e la società civile.

La Call viene lanciata in un momento importante per il futuro dell’Europa e simboleggia l’inizio di una nuova decade per CSR Europe , le sue imprese socie e i National Partners Organisation (come Impronta Etica) all’insegna della collaborazione per guidare la transizione, sotto la guida degli SDGs come driver per innovazione e sviluppo sostenibile. Con la Call le imprese si impegnano a creare valore per la società e promuovere un’economia sostenibile, agendo con obiettivi chiari, consci del fatto che ciascuna impresa ha delle responsabilità e deve contribuire direttamente al cambiamento verso una maggiore sostenibilità.

La Call è stata promossa dal Board di CSR Europe e definita nei contenuti attraverso un confronto con le imprese socie di CSR Europe e nell’ambito della European Roundtable of Industrialists (ERT).

Hanno già firmato la Call oltre 200 imprese a livello europeo, tra cui i seguenti Soci di Impronta Etica: BPER Banca, Camst, CNS, Coop Alleanza 3.0, Consorzio Integra, Gruppo Hera, Open group e SCS Consulting.

Impronta Etica, come National Partner Organization di CSR Europe, promuove la CEOs Call to Action in Italia.

L’adesione alla CEOs Call è aperta fino al 30 settembre. CSR Europe presenterà successivamente alla nuova Commissione europea i suoi contenuti e le aziende che hanno aderito.

Le aziende che vogliono aderire possono farlo attraverso questo link sul sito di CSREurope.

Per maggiori informazioni: info@improntaetica.org – 051 3160311

Master Universitario in Economia della Cooperazione – MUEC: aperte le iscrizioni

Iscrizioni aperte fino al 9 dicembre 2019.

Al via anche per il prossimo anno accademico 2019 – 2020, il Master Universitario di I livello in Economia dell Cooperazione – MUEC che ha l’obiettivo di contribuire alla formazione dei dirigenti, quadri e funzionari del Movimento Cooperativo.

Il Master è promosso congiuntamente dai Dipartimenti di Scienze Economiche e di Scienze Aziendali dell’Università di Bologna con la collaborazione della Fondazione Alma Mater e il supporto organizzativo di AICCON.

Il Master è sostenuto dall’Alleanza delle Cooperative Italiane e dalle tre “storiche” Associazioni di rappresentanza, assistenza e tutela del Movimento Cooperativo che la compongono (Associazione Generale delle Cooperative Italiane – A.G.C.I.; Confederazione delle Cooperative Italiane – Confcooperative; Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue – Legacoop).

L’iniziativa si avvale inoltre della collaborazione, a sostegno della didattica e della ricerca, del Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l’Economia Sociale.

 

Le domande per poter partecipare al colloquio d’ammissione – che si terrà sabato 14 dicembre p.v. – devono essere presentate entro il 9 dicembre 2019 secondo le modalità indicate dal Bando.

Maggiori informazioni sono disponibili a questo link.

Le Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile 2019: 11 e 12 ottobre

“Prosperità inclusiva. Aspirazioni e azioni per dare forma al futuro.”

Risultati immagini per giornate di bertinoro 2019

L’11 e il 12 ottobre a Bertinoro (FC) ritornano “Le Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile”, un appuntamento che ogni anno Aiccon organizza per far incontrare i protagonisti del mondo accademico, dell’Economia Sociale e del Volontariato e delle istituzioni insieme ad una community di studenti e giovani imprenditori sociali, per riflettere e conversare sui temi dell’Economia Civile.

Da 19 anni Le Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile rappresentano un laboratorio di analisi e confronto che anticipa le sfide future del Terzo settore con l’obiettivo di elaborare un pensiero in grado di innovare paradigmi dello Sviluppo e della Socialità.

Il tema dell’edizione 2019 sarà “Prosperità inclusiva. Aspirazioni e azioni per dar forma al Futuro”. A questo link un video di presentazione del tema da parte di Stefano Zamagni, Docente Università di Bologna e Presidente Commissione Scientifica di AICCON.

Il programma e maggiori informazioni sono disponibili sul sito dedicato.

Presentazione del Rapporto ASviS 2019: 4 ottobre a Roma

Aggiornamento sulla situazione europea e italiana sulla distanza dai Target degli SDGs.

SaveTheDate_Rapporto ASviS 2019

Venerdì 4 ottobre alle ore 10.00 a Roma, presso l’Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati, sarà presentato il Rapporto ASviS 2019.

L’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) presenterà il rapporto annuale sulla situazione dell’Unione europea, dell’Italia e dei suoi territori rispetto ai Target dell’Agenda 2030 dell’ONU, in un momento cruciale per l’adozione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs). Ci troviamo infatti a soli 11 anni dalla scadenza imposta dal documento delle Nazioni Unite firmato da 193 Paesi (Italia compresa), senza dimenticare che il 2020 rappresenta un termine per 22 dei 169 Target di cui si compone l’Agenda.

Grazie al contributo di oltre 300 esperti, tutti parte del team ASviS che conta ormai più di 230 organizzazioni aderenti tra cui anche Impronta Etica, il Rapporto di quest’anno fornisce un quadro delle iniziative istituzionali e della società civile a favore dello sviluppo sostenibile. Inoltre, valuta le politiche realizzate dal Governo negli ultimi 12 mesi e avanza proposte per accelerare il percorso del Paese in chiave sostenibile.

Per seguire di persona la presentazione del Rapporto ASviS 2019, è possibile registrarsi a questo link.

Convegno Istituzionale di lancio della Fondazione O.I.B.R. 9 ottobre a Milano

“Creazione di Valore e Sostenibilità: Verso Nuovi Modelli di Reporting e Governance”.

Mercoledì 9 ottobre dalle ore 9.15 alle 16.45 presso l’Università Cattolica di Milano (Largo Agostino Gemelli, 1 – Aula Pio XI) si terrà il Convegno di lancio della Fondazione O.I.B.R. sul tema “Creazione di Valore e Sostenibilità: Verso Nuovi Modelli di Reporting e Governance”.

Key-note speech inaugurale dell’evento sarà il Prof. Mervyn King, figura prominente e carismatica nel mondo dello sviluppo sostenibile e dell’informazione non-finanziaria. Il convegno sarà l’occasione per discutere delle tematiche di grande rilievo nel campo dell’informativa non-finanziaria e integrata.

A breve sarà disponibile il programma.

La partecipazione al Convegno Istituzionale Inaugurale della Fondazione OI.B.R. è gratuita, ma è necessaria la previa iscrizione inviando un’email di richiesta a info@fondazioneoibr.it.

La Fondazione “Organismo Italiano di Business Reporting – Sustainability, Non-Financial e Integrated Reporting” (O.I.B.R.) rappresenta la prosecuzione del N.I.B.R. in termini di obiettivi e attività e si occuperà di elaborare, emanare e divulgare linee-guida, studi, ricerche, principi, standard e linee-guida di carattere tecnico-pratico nel campo del business reporting. Impronta Etica è tra i soci fondatori della Fondazione e partecipa ai lavori del Comitato di indirizzo.

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link.

Premio di Laurea “Cavazzoli” per tesi sulla RSI | Candidature aperte fino al 30 settembre

Borsa di studio di euro 2.000 e due menzioni di euro 1.250 e 1.000 per tesi di laurea magistrale aventi ad oggetto temi di RSI.

Anche quest’anno Impronta Etica, insieme all’Associazione Aziende Modenesi per la Responsabilità Sociale d’Impresa, collabora alla quarta edizione del Premio di Laurea promosso dal Gruppo BPER intitolato alla memoria di Andrea Cavazzoli, funzionario dell’Istituto prematuramente scomparso che per primo ha avviato all’interno di BPER Banca numerose iniziative in tema di RSI.

Il bando è rivolto a laureati dell’AA  2017/2018 presso una Università della Regione Emilia-Romagna che abbiano conseguito la laurea magistrale/specialistica sui temi della Responsabilità Sociale d’Impresa entro e non oltre la data del 30 aprile 2019, con una votazione finale minima non inferiore a 105/110.

Le scadenza per la presentazione delle domande, secondo le modalità previste dal bando, è il 30 settembre 2019.

Per maggiori informazioni: info@improntaetica.org – 051 31 60 311